sabato 29 luglio 2017

Ed io ancora qui...


Follie di mezza estate, ad osservare il tramonto,
su la sabbia umida, appoggiato ad una barca...

Sensazioni profonde di un sole che annega,
spegnendosi... in un mare spumeggiante.

Storie antiche, eterno che facilmente dimentica,
amori nati sulla sabbia, all'ombra della luna...

Canzoni, ricordi che affiorano accanto ad fuoco,
fumante di rami di conifere profumate..

Riflessi in mente di un eterno andirivieni...
di onde rumorose sciolte sul bagno asciuga.

Ombre di pescatori, tra me e un mare nero,
rumori di campanellini tintinnanti sulle canne....

Ombrelloni colorati, ripiegati su due file
perfetti nell'attesa del sole di domani...

Ed io qui... ad interrogar la luna,
a raccoglier stelle, come appendessi desideri....

A.Epstain







venerdì 30 giugno 2017

Oltre gli occhi....


Se la profondità dell'uomo
arriva a comprendere
se stesso, può anche giudicarsi...

Il giudizio che si attribuisce lo lascia stupito..
nel riflesso dei propri occhi
passando oltre lo specchio...

Strano bene o male che incontra,
senza un confine definito,
scivolando sulla schiuma della conoscenza..

Quando capisce, non vorrebbe averlo fatto,
provando orrore o soltanto pietà,
ma l'attimo seguente, dimentica...

Torna l'ira,
il meccanismo sociale,
il gioco del sopravvivere..

Non rimane tempo  per le riflessioni,
dove vive non ci sono specchi, occhi...
simili ai suoi, solo voglia di correre...

Brevi attimi di esistenza nel caos della vita,
quasi inutile, fra milioni di altre,
seppur importante....

 A.Epstain

tratto da:i-bambini-cristallo









domenica 18 giugno 2017

"Grazie mamma..."


"Grazie mamma,
grazie per tutto quello che hai fatto per me..."
Parole dette ad un telefono
mentre intorno sta bruciando
anche l'aria che respiri....

Impotenza di una madre
disposta a versare tante lacrime,
da spegnere quel fuoco
che tra poco brucerà la figlia,
mentre le parole non escono più....

Momenti d'amore che non si fermano al dolore,
nel rimpianto, nella riconoscenza...
Il tempo....
Già,.... il tempo che si dimentica
che esisti.... e non fa sconti a nessuno.

Da un lato la consapevolezza di una foglia,
che fra poco brucerà...
Dall'altro una radice sommersa nell'acqua,
che non riesce ad aggrapparsi alla terra,
che le appartiene....

Un inconsapevole gioco di vita,
al quale tutti apparteniamo,
senza sapere quando.. perchè
ma inspiegabilmente doloroso,
per le nostre anime...


A.Epstain

tratto da: incide-le-foglie-creando-disegni-incredibili



giovedì 15 giugno 2017

Un amico...



Un amico smette..
quando  ferisce,
sorride,
quando sorridi tu...

Non t'abbandona
sul ciglio del burrone
senza allungare la mano,
per aiutarti...

Dice la verità
anche se fa male,
sa ascoltare...
divide i sorrisi, con te..

Un amico ha un passato
che ogni tanto ricorda,
con ironia, nostalgia, rimpianto..
come fossi una parte di lui...

Invecchia con te..
e, se  ti incontra dopo anni,
lo senti presente,
come fosse ieri...

L'amicizia non si ferma,
col tempo diventa stima,
ti fa comprendere
che non sei solo, in questo mondo.

 A.Epstain

tratto da: amico-ragnolo







lunedì 12 giugno 2017

Che vuoi che sia....


Che vuoi che sia...
aprire e mostrarti,
per....come sei

Non serve coraggio,
nello smettere di nascondersi,
scoprendosi riflessa in una vetrina.

Tutto invecchia, vola via...
come un soffio di vento,
passato fra i capelli....

Non serve riflettere,
ne fingere..... le verità
non nascondono misteri...

Che vuoi che sia,
una lacrima d'amore, un tuffo al cuore,
quando lo incontrerai...

Forse sarà una valanga,
che travolgerà i sogni...
oppure... ti deluderà.

Ti senti ansiosa,
vorresti fuggire..
mentre guardi l'orologio...

Non sarà importante se dirai..
un ..."ciao come stai.."
o  sorriderai in silenzio...


 A.Epstain

tratto da: donghohaitrieu






















lunedì 5 giugno 2017

Un'unica goccia...



A volte ti chiedi
se vale la pena
di soffrire, non rubare,
se la dignità vale più
del solo desiderio...

Mi hanno detto
se fossi un'unica goccia,
mi lascerei bere da un assetato...
Mi hanno detto...
sacrificherei la vita.

Forse il significato
che cerchiamo
è racchiuso in un'unica goccia,
che non vuol essere sprecata
da inutili colpi di vento..

Forse la verità è.....
che esistiamo senza capire,
che esistiamo senza motivo,
mentre ognuno vorrebbe
essere grande, come un mare..

Provo infinita dolcezza,
nella misura.. di uomo
che posseggo, anche se oltre
non posso andare, e...
mi devo fermare....

05/06/17   A.Epstain

tratto da:angolodellamicizia













domenica 4 giugno 2017

i... sogni



Se ci tieni
siediti a sognare,
vivremo le avventure,
che chiedi, al mondo...
ma non pensare sia facile,
combattere in un giorno,
la guerra del domani.
Le soluzioni non si trovano,
battendo le mani, con un sorriso
o cambiando canale.
Vivrai il film della vita
e durerà quanto impiegherai
nel realizzarli.
Alle volte si perdono
ma devi ritrovarli,
quando perdi qualcuno,
che ha finito di sognare..
vicino a  te.
E' facile innamorarsi,
dei sogni che hai dentro
ma appena li raggiungi..
svaniscono per magia...
del nulla, nel passato.
Per questo rincorri i sogni,
senza aspettare
che siano loro,
a trovare te.

 A.Epstain

tratto da :walter_mitty












domenica 23 aprile 2017

Il mio giorno in più....



Ogni volta che mi arrabbio,
tutte le volte che mi perdo,
dimentico...
che ogni uomo ha un giorno in più...

Sembra poca cosa,
se rifletto, davanti alla vita
ma diventerà prezioso,
all'ultimo sospiro...

Per questo sorriderò
senza timore, d'averlo sprecato,
ripensando ai momenti
che ho vissuto..

Il mio è sempre domani,
non lo voglio dimenticare...
ma viverlo, come fosse davvero
un giorno in più...

Bello o brutto..
che importa.. l'avrò vissuto..
quel mio unico giorno in più,
in questa bellissima vita...


 A.Epstain

tratto da: sorridere-sempre











mercoledì 22 marzo 2017

Se la speranza sta sul fondo...



Racconti una storia,
nel silenzio generale.. quella tua,
tra le facce acerbe di chi non deve
provare, una triste gioventù.

Parli con l'orgoglio di chi ha vinto...
la battaglia contro i buchi nelle braccia,
l'alcool e i sogni spezzati di ragazzina..
Lo racconti quasi a te stessa, orgogliosa...

Per molti... è facile ascoltare,
se non vivono il tuo film, che a tratti,
proietti, dando la sensazione di riviverlo,
con la stessa angoscia di allora...

"Avevo toccato il fondo, avevo un figlio,
ma avevo un bicchiere di vino...
che valeva più del mio amore,
e...non potevo fare a meno."

A volte si diventa fantastici, anche così...
quando si trova la verità in se stessi,
e non serve recitare belle parole per toccare l'anima...
dell'ultimo ragazzo, in fondo ai banchi....

Hai vinto una volta ancora,
col silenzio dei tuoi occhi orgogliosi,
con le pause..con il tuo coraggio,
che hai lasciato anche dentro di me...

A.Epstain

tratto da: .ilgiornaledellefondazioni











giovedì 16 marzo 2017

Se tutti potessero vedere...


Chi sogna a occhi aperti,
chi ad occhi chiusi...
chi scompare, per non essere visto..
chi vorrebbe fuggire...

Ognuno con la propria vergogna,
nella solitudine di un giorno infelice,
a cercare scuse, per il proprio coraggio
che non lo trova mai, da sempre inseguito..

Chi non vede se stesso, se non un riflesso,
chi si compiace ma sente il vuoto,
chi non ama per paura di essere amato,
chi smette di amare rinunciando..

Ognuno con domande senza risposta
silenziose e mai spedite eppure sempre...
cucite addosso come fossero cicatrici,
da cui scappare, scappare...

Tutti a giudicarsi davanti allo specchio,
senza ascoltare cosa dice chi ha davanti.
Tutti a sembrare ugualmente perfetti,
senza invecchiare...senza vivere..

Tutti a rivedere la propria perfezione,
incollata su una foto di un giorno dimenticato,
senza compiacersi del presente,
senza comprendere la propria perfezione...


 A.Epstain

tratto da:selfie-essere-o-apparire



lunedì 13 marzo 2017

Che belli i sogni....



E rimango qui ad osservare il cielo,
quasi a sfiorarlo con la polvere di stelle,
che mi cade tra le mani...

Non chiedo più di ciò che ho,
ne desideri impossibili mi assalgono,
voglio soltanto questa magia del cielo...

Che mi lasci il tempo di vedere,
di sorridere alle cose semplici,
in ciò che amo già, di questa vita...

I sogni sono appesi ad ogni stella
come volessero rimanere così, per sempre
anche dentro al mio cuore..

Li osservo e navigo grazie a loro,
con mille difficoltà, problemi,
ma sono così belli, da non volerli abbandonare..

Ne mancasse solo uno..ne soffrirei,
mancherebbe alla mia fantasia,
e non si può smettere..di sognare....

A.Epstain


tratto da: lavorare_con_i_sogni







mercoledì 1 marzo 2017

Mi chiedo...



Quasi fioca è la luce del mattino,
che incontro ogni giorno.
Si fa, poi grande, accecante,
quando esce dalle case..

Mi chiedo come sarà, cosa farò..
chi incontrerò..oggi,
mentre ogni immagine di ieri,
riappare lentamente dentro..

Interrogo la fantasia,
quasi fosse una cara amica,
seduta accanto, ad ascoltare,
sorrido immaginando le risposte...

"Le conosco già..." fra me penso..
sono nel motivo che ho, di fare..
ma pur conoscendolo sorrido..
provando una insolita felicità..

Non ho conquistato, ne vinto..
ieri.. ne conquisterò oggi,
ma questo mio respirare..vivere, sentire,
imparare, è così grande..

Mi accorgo che intorno è meraviglia,
caso.... attimi che scorrono veloci.
Scorrono in me ed io sono lì...
parte di loro...

Mi chiedo come sarò, come sarà..
tra qualche mese, o solo domani..
se sarò ancora così..contento,
di appartenere ai miei sogni.

  A.Epstain

tratto da: walking-street












lunedì 20 febbraio 2017

l'illusione di essere un pane...



Tante volte chiedi scusa,
tante, che intanto... non te ne importa.

Esistono dignità che calpesti,
sapendo che non è poi, così giusto...

Domandati se fossi tu,
a trovarti all'angolo.

Non ci sono scuse per la coscienza,
ne pesi diversi nella vita.

Ci sono uomini che esistono,
senza necessità di calpestare altri..

Una vita, vale una tacca,
su un triste muro, chiamato destino...

Chiediti quando comparirai, perchè...
nessuno ha scoperto l'onnipotenza..

Troppe volte ho ascoltato la sicurezza..
che fuggiva, elemosinando compassione..

Siamo bambini, per giochi che non conosciamo,
smettiamo solo se scegliamo d'essere uomini..

Siamo briciole d'amore rimaste su un tavolo,
briciole che non possono ridiventare pane...

 A.Epstain

tratto da: briciole-pane







sabato 18 febbraio 2017

Ad ognuno, il proprio cancello....



Ogni essere umano aspetterà sull'ultimo gradino,
accanto al cancello del paradiso...
con un cappello in mano e un foglio di cartone

Sorriderà a chiunque lo riconoscerà, ringrazierà..
delle monetine che verranno lasciate,
non per fame, neppure per necessità...

Se pur poche, nel cappello,
troverà le chiavi che spalancheranno
il cancello della sua collina...

Saranno il raccolto di una vita,
chiuso nel tintinnio della stima..
di ogni cuore...che lo ricorderà

Sul cartone scriverà la sua storia,
se ha inciampato, lo racconterà..
senza possibilità di mentire...

Rivivrà ogni attimo, ogni parola
ogni sorriso.. sentirà mille pareri,
che prima non aveva considerato.

Quando attraverserà sarà nudo,
e, come all'arrivo, non porterà nulla,
perchè sarà soltanto pensiero.

Forse, evaporato dalla lacrima
che l'avrà ricordato,
o... solo sognato.

Siamo contadini, di vita,
abbiamo una manciata di semi, nella mano...
a noi.....la scelta di non sprecarli.


 A.Epstain

tratto da: i-semi-di-salto-del-dente-di-leone

























domenica 12 febbraio 2017

Già..



E... già,
pensiamo che ogni sogno
si realizzi, lo tocchiamo
ma poi ricadiamo, arrancando,
giù dalla nostra montagna..
Sappiamo che comunque è così..
questa vita, senza semplici gradini..
Triste sicurezza nel nulla,
o sola illusione di eternità.
Se così non fosse..
che vivremmo... a fare?
Siamo giganti di terracotta al vento..
vediamo lontano..
ma poi ci sgretoliamo,
cadendo ai nostri piedi....

Già...
cerchiamo una felicità impossibile,
da sempre la rincorriamo..
ma non sappiamo com'è e cosa sia..
Appena la tocchiamo, consapevolmente...
non lo siamo più...e smettiamo di sognare..
Fugge....
come fosse fumo, tra le dita...
A volte ci domandiamo chi siamo,
per capire dove arriveremmo..
ma nemmeno questo, riusciamo a comprendere...
Ragioniamo a quanto sarebbe squallido
conoscere i confini, legandoli alla consapevolezza.
Ci consoliamo, ci lamentiamo..ma in fondo..
capiamo che la vita è bella così..


 A.Epstain

tratto da: tributetowomen




mercoledì 8 febbraio 2017

Oltre le rughe...



Un giorno incontrerai, sul viso..
piccole rughe, che si faranno fiumi,
in un volto cadente...

Cercherai creme, massaggi
ma non riuscirai a nascondere
il tuo tempo..

Allora, conterai gli anni..
disegnati sulla pelle,
rassegnandoti..

Di te rimarrà un nascosto ricordo,
dentro una foto..che sorride su un tavolo,
quasi non fossi tu..

Osserverai quel mondo..sconosciuto
come un bimbo disarmato,
come dovessi nuovamente imparare..

Sarà allora che vedrai
oltre le rughe, oltre il volto..
per scoprire, ciò che prima...

non avevi compreso...
racchiuso in una tenue fiammella,
senza importanza.

Diventerai un fuoco immenso,
cresciuto oltre la decadenza..
e ti abituerai a chiamarla
                                                  anima....

A.Epstain

tratto da: volti+in+bianco+e+nero











lunedì 6 febbraio 2017

Cos'è l'amore...

.

Cos'è l'amore...
forse un seno che allatta,
una madre che accarezza...
o ciò che continuerà di lei...

Cos'è..
ciò che ci avvicina,
che ci impietosisce,
perchè non siamo uguali..

Cos'è l'amore..
che ci fa continuare,
nel profondo affanno,
in ciò... che non abbiamo.

Se pur così importante,
se pur scontata..
la nostra vita..
non so...

Inizia senza perchè,
senza ne dove.. ne quando..
Solo per amore... continua,
senza mai fermare il tempo..

Quel tempo che separa..
momenti grigi... belli..
ma sempre... che corre,
infinitamente corre....

Cos'è l'amore..non so dire,
ma... vola nel tempo,
o in qualcosa, da stringere al petto..
o semplicemente.... in un sorriso di madre.

  A.Epstain

tratto da:huffingtonpost


domenica 5 febbraio 2017

Per quanto ti sforzi per essere un imbecille... non lo sei...



Ognuno lascia qualcosa,
dietro le scarpe..
chi un ramo spezzato..
chi soltanto un'orma,
chi un sorriso..
su un volto.

Alcuni preferirebbero volare
per non avere tracce,
pensando d'essere inutili...
ma ogni tanto , la notte
osservano le stelle, sognando..
il mondo che vorrebbero..

Altri costruiscono eroi,
dentro se stessi,
mostrando grandi  pugni..
mentre, nella loro solitudine,
pensano..
scoprendosi, immensamente vuoti..

Altri ancora, si illudono
che il destino sia segnato,
su una qualche pietra,
di un paese irraggiungibile...
e girovagano quà e là,
senza comprendere... perchè.

Tutti arrivano alla fine del sentiero,
con un ricordo in tasca..
chi una foglia, chi un fiore,
chi solo un sogno..e senza scuse..
fanno conti..
su ciò che sono...stati


 A.Epstain

tratto da: facce+arrabbiate





venerdì 3 febbraio 2017

Parole vere....



Parole che volano leggere..
attraversano cuori spalancati,
pronti alle storie,
inzuppate di sogni....

Pensieri che volano..
entrando nell'anima,
alimentando ricordi,
e desideri nascosti...

Voglie preziose, infinite..
che riaffiorano e solleticano,
ambizioni sepolte,
facendole sbocciare...

Mezzi sorrisi ingenui,
mentre il cuore ammorbidito,
ricade in un'infanzia peccatrice,
tra l'illusione e realtà...

Parole che entrano..
per bagnarti la pelle,
che diventano ghiaccio..
o acqua bollente...

Pensieri che lasciano segni
come fosse ieri,..... vent'anni fa,
rafforzando tiepidi rancori,
che volevi dimenticare...

Parole ..semplici parole..illusioni..
che nascoste conservi dentro,
che raccontano chi eri..
che non vogliono andarsene..

A.Epstain

tratto da:TENERALADY





lunedì 30 gennaio 2017

La mia giostra....




Ogni volta,
come su un cavallo bianco ondeggiante,
di una giostra...che gira intorno al mondo..

Ogni volta,
persone che compaiono..
paesaggi che si ripetono ma uomini che invecchiano..

La mia giostra gira..
gira senza mai fermarsi..
alle volte è giorno... altre notte, con luci lontane...

Visi che continuano a invecchiare..
che raccontano..
vite che scompaiono, che non rivedrò..

Ogni volta,
sul cavallo bianco ondeggiante..
senza mai potermi vedere, senza mai capire..

Riconosco i muri lontani,
il mio prato, gli alberi..
nel mio girare, che non si interrompe..

Rivedo adulti... ragazzi,
rivedo persone dimenticate,
che salutano per qualche giro.. allontanandosi..

Non posso scendere...
così rimango a osservare..
il mio tempo.. che non mi lascia tempo.

Rimango ad ascoltare una musica,
che non smette mai..
con luci che brillano ritmicamente verso il centro...

Giro su questa unica giostra...
ma non so quando smetterà,
lasciandomi scendere...

A.Epstain

tratto da: cuneofotografie












mercoledì 25 gennaio 2017

Viva L'Italia....




Viva l'Italia,
quella che suda il pane,
che ti offre alla sua tavola..

viva l'Italia,
quella che si spacca la schiena,
per andare a testa alta...

che non si fa raccomandare,
troppo fiera, del lavoro...
che si è meritata.

che non comprende parole inglesi,
dette nei telegiornali,
per non essere capite..

che si addormenta sul divano
alla sera, davanti la televisione,
stremata di fatica...

quella che la stima,
non la confonde con la ricchezza..
ma con una stretta di mano.

Viva l'Italia
quella che la fregano sempre gli stessi,
ad ogni votazione...

che si ferma, quando sei in difficoltà,
pensando che un giorno potresti tu,
ricambiare lo stesso gesto...

che mantiene il figlio disoccupato,
con una misera pensione,
risparmiando al supermercato...

che non ha fatto il viaggio di nozze,
perchè i soldi servivano per il mutuo della casa,
da lasciare ai figli...

Viva l'Italia degli eroi,
che non pretendono un  "grazie",
solo contenti.. di salvare una vita.

Viva tutti coloro che si riconoscono
in queste "strane" affermazioni,..e grazie...
per la pazienza che avete conservato..



 A.Epstain

tratto da: Finchiostro
















martedì 24 gennaio 2017

Nel sorriso della felicità..



Uomini che cercano felicità,
chi dentro un ricordo,
chi nell'amico, chi nell'amica..
tutti a cercar qualcosa,
che vola via.

Ignavi col la cesta aperta,
pronti a catturare un sorriso
che non hanno ricevuto
o.. non hanno saputo vedere,
quando lo incrociavano..

Sorrisi che lasciano pensieri
stampati sul viso della gente..
Strano concetto di felicità,
pensando che il vicino,
sia meglio, di te...

Vergogna del non possedere,
una grandezza apparente,
tanta depressione..
nascosta, imprigionata..
con sbarre di finti sorrisi.

Orribile ipocrisia
del mentire a se stessi,
senza accettare ciò che è..
Invidia perchè non si ha,
tristezza del non bastarsi..

Un angolo di mondo,
nel quale nessuno confessa d'appartenere,
scoprendo troppo tardi,
di essere prigioniero,
quando perde se stesso.

 A.Epstain
tratto da:fioredicristallo










giovedì 19 gennaio 2017

Sarà...



Sarà un giorno, dove tutti se ne andranno
o si accorgeranno di avere tristezza nel cuore...
Sarà che non mi basta, vivere come posso,
indossando un vestito troppo corto...
Sarà perchè mi domando, ogni volta se è vero,
questo cercare verità..
Saranno le lacrime che compaiono,
nelle ingiustizie insensate, nelle menzogne..
che restano impresse sul viso di qualcuno,
povero o semplice..

Saranno questi specchi che regalano abbagli,
che non incontreranno mai una realtà..
Sarò io, che vecchio, capisco
che quando sorride qualcuno,
qualcun'altro sta soffrendo,
immerso nel gelo della tristezza.
Sarà questa coscienza che vede..
o il ricordo di una storia, che non mi lascia..
Sarà come un grido di solitudine nel deserto,
appena sussurrato al vento di un tramonto...

Sarà che dopo tante strade,
ti stanchi di camminare e ti siedi..
a chiederti per chi.. e perchè, eri partito,
senza ricordare, una  motivazione...
Sarà che l'amore degli altri
 non è mai come il tuo,
che rimango a riflettere dove e come..
questa strada si fermerà all'ultimo bivio,
all'ultimo sorriso,
di chi mi vuol bene...

 A.Epstain

tratto da:lombardiabeniculturali







martedì 17 gennaio 2017

Qualcuno oltrepassò le stelle..



Qualcuno volò oltre il sole,
cercando le stelle più brillanti...
per sconfiggere i cannoni dell'infinito,
per capire cosa c'era più in là..

Qualcun altro, passò la vita,
a chiedersi se lo avrebbe fatto...
credo, per sconfiggere la paura
o il coraggio, che non ha mai avuto..

Qualcuno tentò, cadendo da lassù..
scendendo con un pugno di nuvole,
raccolto fra le mani ancora tremanti,
mentre qualcun'altro... diceva si.

Nessuno saprà mai perchè e cosa..
ma vorrebbe trovarsi oltre le stelle,
per capire un perchè solo immaginato
e cosa sarebbe stato, se lo avesse saputo..

Non conosceremo mai, chi ci ha provato,
nemmeno dove sia andato,
lassù rimani solo,
trovando il coraggio dei tuoi sogni..

Qualcuno ha scoperto d'essere unico..
qualcun'altro di avere tanti amici,
passando il guscio che lo circondava..
dentro ai sogni che viveva di bambino..


 A.Epstain

tratto da: osserviamo-le-nuvole












giovedì 29 dicembre 2016

Alcuni, altri, altri ancora...



Entra come per gioco,
dapprima lascia pensieroso,
poi diventa abitudine..

Delicato come un raggio di sole,
che appare da una  finestra,
lentamente arriva sulla mano..

Non è fastidioso, ti sfiora,
lasciando una sensazione,
che la ricordi, solo se piove...

Quando manca lo cerchi,
se l'hai davanti, lo temi,
lasciandoti... senza parole.

Senti agitazione, imbarazzo,
paura di essere banale,
se ti è vicino fugge, appena lo sfiori..

Alcuni lo chiamano amore,
altri desiderio,
altri ancora... attrazione.

Ti avvolge in una tela infinita,
dalla quale non riesci ad uscire,
dimenticando una parte di te..

Ti pare, allora.. che il mondo intorno,
lentamente si allontani...
scoprendo che appartieni ad un altro...

A.Epstain

tratto da: LEMIEEMOZIONI














lunedì 19 dicembre 2016

Buonanotte amore mio...



Per tutte le notti che non mi hai trovato,
per le volte che non hai potuto abbracciarmi,
per ogni volta che non mi hai avuto accanto..

Ti chiedo scusa con una carezza, mentre dormi,
per i sogni che non trovavi fra le coperte...
se non ero li, ad abbracciarti teneramente...

Per tutte le volte che hai dubitato..
che non ti amassi,
per ogni attimo vissuto insieme, che rifarei..

Per i sacrifici che abbiamo affrontato,
per le cene a cui abbiamo rinunciato,
per i desideri lasciati nelle vetrine...

Per ogni angolo di paradiso che non hai visto,
per ogni sorriso che, arrabbiato...
ti ho negato...

Troveremo le nostre povere, faticose gite,
fatte di panini e pochi soldi, meravigliose..
nei nostri ricordi...

Nessuno riuscirà a portarceli via,
troppo abituati a dividere..  la felicità,
in un semplice... tramonto.

Buonanotte amore mio..buonanotte
dormi tranquilla, perchè domani,
divideremo insieme il nuovo sole..


A.Epstain


tratto da:scienza-le-donne-che-dormono







domenica 18 dicembre 2016

Tutti hanno una storia...



Storia di una donna, storia vera,
vita vissuta sul bivio della scelta,
se pur grande, poi... così piccola,
ora.... sulla via del tramonto.

Tutto si dimentica, tutto invecchia,
insieme ai capelli, le gioie..
gli onori, le imprese memorabili...
ricordi, che si chiudono a guscio..

Il nuovo avanza senza interrompersi,
come voler ricoprire il passato..
tu, che l'hai visto..non lo capisci più,
arrendendoti al presente...

Se avanzi tempo,
attendi... ascolti prima di raccontare,
con paura, di non essere la stessa...
in quell'attimo prudente, perchè tornerai giovane..

Mentre lo fai, sembra un sogno..
o un simpatico racconto per bambini,
quasi fantastico differente, da questa realtà,
così lontana..

Certo tornano sorrisi,  coraggio,
ma infine incontri il presente..
e sei tu..... ora a sentirti diversa..
sino a dubitare ...tu, che eri così.

Tiri fuori dalla borsa, una foto..
quasi a voler dimostrare il vero..
e dopo... quell'attimo, torni..
la nostalgia del passato, alla realtà ...

Senti poi, una strana leggerezza..
invadere il tuo spazio di ricordi,
ormai limitato, quasi fossi sabbia al vento..
sospiri, e .... torni ad ascoltare.. in silenzio.

A.Epstain

tratto da: epocacasechiuse



venerdì 16 dicembre 2016

Fiducia...disperazione



E' la fiducia che ci abbandona,
quando siamo in difficoltà,
lasciando posto alla disperazione..

Sono due stati d'animo opposti,
uno quieto, l'altro ansioso..
eppure, se ci osserviamo...

rimaniamo nella stessa persona,
prigionieri del tempo di un'emozione..
che ci attraversa, facendoci cambiare..

Galleggiamo nel bicchiere mezzo vuoto,
sentendoci  mosca intrappolata,
con ali bagnate, senza possibilità di fuggire..

Ci dimeniamo, cercando appigli..
affannandoci, le sbattiamo
ma sentiamo vicino il fondo..

E' allora che il tempo, diventa stretto,
perde la sua cadenza del giorno,
alle volte esausti, ci arrendiamo...

Scopriamo sensazioni ...
incapacità troppo pesanti,
per la forza che possediamo..

Quel sentirci indifesi..
che ci fa provare l'essere umani, comprendere..
cosa significa disgrazia, fame , ingiustizia...

Compare la fragilità facendoci dimenticare
l'importanza della vita, vero e unico senso ..
di ciò che possediamo.

  A.Epstain

tratto da: pietrevive












lunedì 12 dicembre 2016

il cuore...



Se il cuore potesse raccontare,
quante volte ha sofferto..
per uno sguardo d'amore.

Alle volte lo sentiamo..
che rimbomba dentro, avvisandoci
della sua infinita presenza..

Altre, calmo rimane in disparte..
lasciandoci perplessi della esistenza,
come battesse.. in "punta di piedi..."

Quando sono le emozioni, invece..
che regalano amore... impazzisce,
come volesse svegliarsi..e scoppiare.

Sussurra il suo canto, lentamente
appena gli occhi si chiudono
 e..assonnato si sveglia, al mattino.

Ricorda dolori,
prove di vita, emozioni, dispiaceri .
..ci sopporta, senza mai colpevolizzare...

Alcuni pensano di poterlo rubare..
come illusi, credono di incatenarlo..
ma tante volte... scordano il proprio..

A.Epstain

tratto da: girl-draws






giovedì 8 dicembre 2016

Eri piccolo...



Eri piccolo, piccolo quanto modesto..
per i compagni non contavi nulla ....
il tuo canto, forse abituato o timido,
era il silenzio..

Alle volte c'eri... tra i banchi di scuola,
altre sembravi sparire senza traccia,
come non fossi mai appartenuto
a quel mondo, troppo chiassoso..

Nascondevi emozioni, sentimenti,
sorrisi..e... la tua storia infame...
con sofferenze, solitudine, abitudini..
che ormai, non sapevi perdere...

Gioventù troppo adulta per ridere,
abitudine nel non contare nulla,
sogni legati al palo della povertà..
come fossero un lusso, da non permettersi..

Solo il quaderno degli appunti, raccontava..
di macchine veloci, amicizie lasciate altrove,
voglia di capire in fretta come va mondo..
con la paura, di perdere il treno...

Sarai piccolo, quanto modesto..
anche quando te ne andrai a cercar fortuna,
col sacchetto di desideri sulle spalle..
ed il sorriso strappato, da bambino..


A.Epstain

tratto da: Bambino-con-la-valigia




















mercoledì 7 dicembre 2016

Sogno...



I sogni non hanno dimensione..
ovunque credi di trovarti.. rimani tu,
dentro al labirinto di emozioni..

Tu decidi, vedi, riesci a sopravvivere,
a cadere..alle volte hai paura,
altre sei consapevole..che ne hai.

Tu sei l'eroe.. non sei mai eroina..vivi,
fuggi, ti affatichi nel trovare soluzioni..
Vedi realtà.. senza esserne partecipe..

Se ti ferisci sei consapevole del dolore..
ma non lo vivi, lo vedi addosso..
Se ami, lo fai meravigliosamente...

Alle volte.. mi chiedo, se anche la realtà,
è solo un sogno...
se la inverto tutto... si appanna.

Potrei illudermi d'esser chi voglio,
oppure diventare chi  desidero..mi chiedo
se ogni uomo, potesse vivere i propri sogni...

Rifletto... se i sogni sono il nostro passato..
e come potremmo averne un'altro irreale.
Mi consolo svegliandomi, ai piedi della mia cascata..

Finalmente posso vederla ritornare fiume,
calmarmi..e non sentire la paura di cadere..
ma continuo a chiedermi, se questa realtà..
fosse solo un sogno.......della mia anima..

A.Epstain

tratto da: tesina-sul-sogno



                     




mercoledì 30 novembre 2016

La cosa giusta..



Mi chiedo se ogni volta ti sono piaciuto,
se ogni desiderio l'ho esaudito, dentro di te..

Essere padre è stato difficile, anche per me,
non sempre mi sentivo alla altezza...

Ce l'ho messa tutta, ... è stato così difficile,
come quando dipingi un quadro senza soggetto...

Devi inventare ogni sensazione, guardando...
dentro al cuore, senza paura di sbagliare..

Capiterà anche a te, questa meraviglia d'amore,
come me.. ti chiederai se è giusto o sbagliato..

Ti innamorerai, appena sentirai le prime parole,
sentirai l'orgoglio di essere l'unica, sua via d'esempio...

I sogni, anche tu... li abbandonerai tra la terra e il cielo,
la fantasia e la verità.. come ho fatto io..

Capirai che non ti appartiene, quella vita..
che nessuno possiede altro, oltre a se stesso..

Saprai metterti da parte per il suo spazio..
ti spiacerà, soffrirai.. ma capirai, che tutti esistono..

Sarà allora, che aprirai il cassetto delle fotografie,
scattate di sfuggita, soffermandoti attentamente..

Sorriderai, come faccio, con un velo di nostalgia,
mista a rassegnazione,  ma con tanto orgoglio..
nell'aver scelto la cosa giusta...


A.Epstain


tratto da: ecopannoliamo

lunedì 28 novembre 2016

questo momento politico...



Come una ruota ritorna alla partenza,
come un orologio ritorna alla stessa ora
il cerchio della vita ritorna da dove ha iniziato..

Affascinante gioco infernale,
nel mondo degli eventi...
percorre abitudini, reazioni vissute....

Cerchio infinito dove non restano ricordi
se non uniche storie, raccontate in libri barbosi,
troppo perfette per ripetersi...

Storia infinita di eroi, storie sacrificate
in distratte letture di chi arriva, credendo..
di essere nuovo, consapevole... che non sarà così.

Triste gioco del tempo che distrae anime sognatrici,
felice cerchio che torna a ripetere sintesi magiche..
nel futuro di un nessuno, a cui darà l'ingiusto peso.

Fragile futuro chiuso in una palla di neve
dimenticata al buio della notte, su una finestra...
nell'attesa che qualcuno abbia il coraggio di girare...

Continua speranza per padri senza coraggio,
troppe volte delusi, troppe volte sfruttati..rassegnati,
in attesa di un nuovo salvatore, se poi.... arriverà.


A.Epstain

tratto da:  carlocornaglia








giovedì 24 novembre 2016

Potrei ma.... so che



Potrei regalarti mille rose e..
osservare il tuo sorriso accendersi,
in una corona di gratitudine...
Potrei raccontare avventure fantastiche..
che avvolgono il mio mondo..o  rapire il tuo sguardo..
Potrei cercare una scusa per illuderti,
aspettando che un bacio mi sfiori le labbra..

Potrei ..potrei... ma non lo faccio,
le rose, col tempo appassiscono,
nel mio mondo si entra...senza illusioni,
ogni vita ha valore e un solo rispetto..
che non si compera, con abilità nel mentire..
Sono così..come vedi..a volte dolce..
altre amaro, con mille difetti e pregi...

Le mille rose te le regalerò...
quando ti lamenterai dei capelli bianchi,
preoccupandoti dei sacrifici, dei figli,
raccontandomi della nostra vita, insieme.
So che sorridendo, saliremo gli ultimi gradini del cielo...
mentre ricorderemo la nostra ultima pazza e fantastica..
avventura.

A.Epstain

tratto da:  sudandfood.style



                                                                     







questa realtà...



Vorrei volare, scappare, sognare...
oppure.. non son capace di affrontare
questo presente, che ho davanti...

Vorrei trovare una ragione nascosta
piena di desideri, di soluzioni giuste
per una vita degna di essere vissuta...

Incontrare uno gnomo magico..
che abbia un sacchetto di possibilità,
oltre al coniglio col cappello..

Forse voglio troppo, forse mi illudo..
o mi nascondo, stanco di vedere
ingiustizie, delusioni sulla mia strada..

Alle volte mi chiedo se questo mondo
è davvero reale.. oppure solo sogno..
poi, aspetto.. per paura di svegliarmi...

Altre vorrei non appartenergli,
esser libero di navigare oltre i confini..
che tante volte, incuriosiscono la mia mente..

Amarezza, sentimenti di amore,
miscelati dentro una magica serata,
chiedendomi se questa realtà..è davvero mia.

A.Epstain

tratto da: gnomofinalrender



venerdì 18 novembre 2016

Voleremo insieme...


Che importanza hanno le rughe..
sei bella come allora,
ai miei occhi sei quella che voglio..

Il tempo si combatte con l'amore,
l'amore continua nella stima,
lei raccoglie i frammenti del tempo...

Ti vedo come allora, ti desidero..
con la voglia, lo stesso orgoglio..
di averti accanto, in ogni nostra avventura..

Voleremo insieme sulle nuvole che ora vediamo,
oltre quel cielo che non si ferma, dove non fa freddo..
dove tu, rimarrai sempre la mia ragione di vita...

Insieme troveremo un nuovo pianeta su cui ricostruire...
le nostre avventure, ricominceremo le nuove fatiche..
ma rimarremo insieme....e, il tempo, non conterà.

Ritorneremo ad osservare un cielo,
non so ancora che colore avrà...
ma saremo insieme, mano nella mano..

Amore mio, non chiedermi se sei ancora bella..
ciò che mi ha fatto innamorare..
non invecchia come la nostra pelle..


A.Epstain

tratto da: infinitamentenoi




martedì 15 novembre 2016

italiani...



Uomini senza medaglie,
con le mani consumate,
nessun grazie... ma italiani....

Terra di storie lontane nel tempo,
dove tutto era reale..vero,
come una stretta di mano..

Terra cresciuta con sudore,
di comizi elettorali in piazza,
di gente... che credeva nel futuro.

Sentimenti dimenticati,
affogati nella burocrazia,
del sentirsi ignoranti....

Presente che parla inglese,
nel leggere un giornale,
terra diventata complicata...

Valori calpestati, spremuti..
dall'egoismo indifferente,
dell'io, non c'entro niente...

dove i colpevoli non pagano,
di una giustizia che non arriva mai,
di eroi  sempre defunti, mai presenti.

Stima, orgoglio, onore, rispetto..
confusi con la spazzatura..
in attesa di esser ritirata, da mesi...

Indifferenza, paura, nostalgia..
chiuse a chiave dentro di noi,
esempi che attendono risposte...

A.Epstain

tratto da: has-italian



domenica 13 novembre 2016

un sogno d'amore...



Ogni lacrima bagna le radici
della pianta della vita... piccola..
Ogni sorriso riempie il cuore
senza lasciar respirare..
come un richiamo d'amore..
Ogni volta che incontri l'amore
sai che lui, poi chiederà..
lacrime, in cambio..della felicità
che vivrai nel cuore...

L'essere umano è sordo..
quando nasce l'amore,
senza capire troppi perchè..
ma, forse non ce ne sono..
o.. non riesce a comprendere,
da dove arriva quella attrazione,
che ti confonde le idee..
La vita è così, anche se, a te..
sembra nuova, sembra diversa..

Le lacrime bagnano le radici,
l'amore le scalda... ti fanno sentire
l'unicità del tuo momento..
che ora, pare così fantastico..
Vivi il tuo sogno, senza fermarlo,
ricordalo per quanto vivrai..
Ognuno lo porta gelosamente
dentro di se, per sempre..avvolto
in un sorriso, nel proprio cuore...

A.Epstain

tratto da:  the-last-song



venerdì 11 novembre 2016

l'avaro...



Tante volte dicono.. che aveva vissuto una vita
senza grandi problemi, senza grandi sofferenze,
che si è spento felice, per finire i propri patimenti...

Mentono, con i loro volti sorridenti, ipocriti...
anche dopo la morte, quell'uomo...
non conosceva carità, sofferenza,
non era mai stato buono, verso chi tendeva una mano...

Ma parlano, parlano senza sapere, solo apparenze...
inutili apparenze, retoriche e piene di buonismo,
come si fa in un bar, a discutere di chi non si conosce..

Facile giudicare di fronte a incapaci sofferenze,
ricordare solo i successi.. dimenticando tutti i no...
che nella vita ha negato, tutte le volte che si è voltato..

Tutti siamo buoni ma pochi, davvero pochi...
hanno quel coraggio che ti fa andare contro corrente,
del sentito dire, delle apparenze dei due euro telefonici..

Quando arriverà al cospetto dell'unico vero giudice, allora....
usciranno tutti i pensieri macchinosi, tutte le volte..
dei suoi no, portati alla memoria, dentro ad una coscienza
ardente di pentimento e oscura di compassione...

La ricchezza non è quella che si porterà in tasca...
rimarranno le azioni, le volte che qualcuno ha sofferto..
i sorrisi ironici di compiacimento, pieni di avarizia..

Piangerà nuovamente miseria, al cospetto divino..
ma senza poterla comperare, nudo come sarà..
e le lacrime si asciugheranno, prima di cadere a terra..

Implorerà un perdono disperato, senza pudore..
vedendo passare tutte le persone, frutto dei suoi no..
cercherà una giustificazione....
ma nudo non potrà nascondersi...

A.Epstain

tratto da:Lavaro-Jurij-Ferrini













mercoledì 9 novembre 2016

Sul ciglio di un marciapiede..sotto un cartone



Già,.... tante volte si parla di chiarezza,
tante volte si chiama pulizia , altre sicurezza..
ma i problemi rimangono, chiusi nel nostro giardino..

Strani problemi, ai quali si attendono risposte,
ognuno ne ha uno, che si trascina sulle spalle,
in un sacco di indifferenza e solitudine...

Se io fossi... ma in realtà non sono...
Se io potessi.. ma in realtà sta recitando..
Ognuno col proprio fardello di agonia, vicina alla pelle..

Priorità... le chiamano, i problemi degli altri..
mentre i tuoi..non sono così importanti,
quanto lo sono per te..

Così aspettando.. ti ritrovi seduto su una panchina
di un parco qualsiasi, mentre scambi quattro parole
con uno capitato lì, seduto per caso, vicino a te..

Senti le sue disavventure, i suoi malanni, le cause..
le ascolti con interesse, le vivi perchè sono simili alle tue..
scopri che anche a lui, avevano detto le stesse cose...

Scopri poi..  le priorità, delle sciocchezze,
scopri che il tuo rimanere onesto... i sacrifici, tuo credere
in silenzio.. ha continuato ad essere dimenticato.

Scopri che ogni volta in cui hai domandato...
c'era una priorità  più grande, del tuo problema..
d'essere stato dimenticato...senza altre speranze..

Scopri che l'orgoglio di appartenere ad un paese..
non è così importante.. abbandonando te stesso
sul ciglio di un marciapiede.. sotto un cartone...

A.Epstain

tratto da: sicilia24live